Archivi tag: sentinelle

IL DIRITTO DI AMARE

gay-marriage

Fin dall’inizio, ho voluto dare un tocco ironico e divertente a questo blog, ma da qualche tempo, c’è un particolare argomento che mi sta a cuore e alla fine eccomi qui. A dare una svolta seria a questo caleidoscopio di pensieri.

Mai come in questi tempi, la parola gay fu più usata. Ormai sta diventando un argomento di discussioni, confronti e spesso, liti tra conoscenti, giornalisti, amici e blog.

Si discute sulle unioni gay, sul loro diritto a unirsi in matrimonio, sul poter adottare dei figli e mai come in questo periodo, ho visto tanta cattiveria, ignoranza e bigottismo celato velatamente sotto una sottile ipocrisia chiamata ” difesa della famiglia naturale”. Naturale? Mi chiedo. Ma cosa o chi ha stabilito cosa fosse naturale e cosa contro? NOI. VOI. LORO. Le persone, insomma. Non di certo la natura.

Come può un amore essere contro natura? Contro natura, lo dice la www parola stessa, è qualcosa che viola le leggi del cosmo. Il sole che nasce ad ovest e tramonta ad est. La pioggia che sale invece di scendere. Le lancette degli orologi che girano al contrario. Questo è contro natura. Non l’unione di due persone.

La gente ha sempre deciso cosa fosse contro natura. Negli anni 50, era considerata contro natura anche l’unione di un bianco e di un nero. La cosa oggi ci sembra tanto assurda, c’è la speranza che tra una trentina di anni (ahimè, non ci spero prima) anche queste inutili lotte contro le unioni gay, siano solo il ricordo lontano di una popolazione poco evoluta. La storia è piena di leggi che oggi sembrano scontate che però una volta erano motivo di scontri. I divorzi, il voto alle donne, i delitti di onore. Davvero siamo tornati a quel punto?

In altre parti del mondo, la questione si è già risolta positivamente da tempo. Lo stesso periodo in cui i sindaci di Roma e di Bologna hanno trascritto alcuni matrimoni gay celebrati all’estero e repentinamente annullati o in procinto di esserlo dal prefetto (la legge, purtroppo è quella, speriamo in un aiuto della Corte Europea), negli Stati Uniti, un governatore ha negato l’annullamento chiesto da qualche gruppo cattolico. La differenza è palese e allo stesso tempo deprimente. Qui si annullano, là si confermano. Ma qui abbiamo la Chiesa. E i fascisti. E tutti sembrano non aver altro da fare che lottare contro queste unioni. Guarirà mai questo paese da anni di danni psicologici fatti da gente con paraocchi e intrisi di ipocrisia e cattiveria da far rabbrividire?

C’è poi la nuova moda. Le sentinelle in piedi. Difendono il diritto ad una famiglia tradizionale. Ma perché?

Dai, onestamente. Ma a loro, cosa interessa? Cosa tange, effettivamente al di là di tutto, se due persone dello stesso sesso si sposano? Non vogliono mica obbligare tutti a diventare di colpo gay! Se il mio vicino di casa, si unisse ad un uomo, o una mia amica si unisse ad una donna, a me, cosa cambierebbe? Il vederli felici, eventualmente. Fine.

Hanno persino denunciato due ragazzi perché SI BACIAVANO. Siamo alle comiche. Non credete? Chi o cosa dà loro il diritto di poter andare in giro abbracciati all’amante, mentre puntano il dito contro chi fa uguale ma con una persona dello stesso sesso? E’ triste, non pensate, che una coppia gay non possa, ancora oggi nel 2014, camminare in pubblico e scambiarsi affetto come noi etero facciamo da tempo. Allora non siete tanto diversi da quegli estremisti che nei paesi arabi vietano le effusioni in pubblico. Siete la medesima cosa, solo che avete scelto un bersaglio che fino a poco tempo fa era ancora un mondo sconosciuto. E quindi quando non si conosce qualcosa o quando quel qualcosa è diverso da noi, quella cosa fa paura. E allora la si attacca.

Nel nome di “tutelare” la famiglia tradizionale, si passa ad un razzismo che più becero non si può. Nel loro mondo immaginario, due gay crescerebbero OVVIAMENTE dei figli gay. Ma come? Da dove sono usciti tutti i gay del mondo? Per forza di cose, cari miei, un gay è nato dall’unione di una coppia etero. O non ci avete mai pensato?

“Da che mondo e mondo i bambini nascono da una donna ed un uomo, quindi la loro unione è contro natura”. Ok, va bene, Per coerenza allora, quando c’è sterilità in una coppia etero, fate il favore di non ricorrere alla scienza pur di diventare genitori. Evidentemente la natura HA DECISO per voi. Niente cure di fertilità, niente inseminazioni, niente adozioni: sareste contro natura. O per voi è diverso?

Tutelare la serenità dei bambini. Certo, mai successo che una famiglia etero abbia problemi di soldi, che i bambini non riescano nemmeno a mangiare, che non ci siano padri puttanieri o violenti, madri infanticide, genitori separati. Perché non siete così pignoli quando si tratta di una famiglia tradizionale?

Non sono i bambini ad aver problemi qualora vadano a scuola a dire di avere due madri. Il problema sono i vostri figli, che non educati ad accettare chi è diverso, ma istigati ad alimentare odio e cattiveria, incominciano a prenderli in giro. Quindi quando mi dite che a scuola passerebbero le pene dell’inferno, non chiedetevi cosa un gay possa evitare di fare, chiedetevi che educazione vorrete impartire ai vostri figli. Nessuno nasce razzista. Ci diventa. E’ la stessa storia del nesso tra l’avere una minigonna ed essere stuprate. Non sono io che mi devo coprire, sono quegli animali che devono essere puniti ed educati. La stessa cosa.

E ricordatevi, che ogni figlio adottato da una coppia gay, è un figlio ABBANDONATO da una coppia etero. Così, giusto per.

E trovatevi qualcosa da fare. Adesso arriva l’inverno. Fa freddo.

Non vorrei che poi, per scaldarvi, andaste a bruciare qualche libro in piazza…

Annunci